la GRANDE FESTA CENTENARIA a Maccastorna il 25 settembre 2011

Nel 1910, il giovane parroco di Maccastorna , don Ernesto Raffaldi, originario di Guardamiglio, già coadiutore di Paullo, dove aveva fondato l’attuale Banda musicale, si trovò con una chiesetta incapace per le sue piccole dimensioni a contenere la comunità che , allora, aveva 600 abitanti. Con un coraggio da leone, su disegno dell’architetto cremonese, prof.G.Centurini( che ha costruito più tardi la chiesa di Senna lodigiana) fece allungare la chiesa di san Giorgio di nove metri e la innalzò di m.4 con una facciata in stile gotico, che la rende tuttora solenne ed imponente.
Si tratta del 2° ampliamento , perché il primo fu eseguito dal famoso Cabrino Fondulo nel 1418 in occasione delle sue nozze ed era per questo comunemente chiamata “chiesa dei Ghibellini”.
Naturalmente don Raffaldi, oltre l’aiuto dei suoi parrocchiani fu sostenuto, nella grande impresa, da una generosa offerta personale del Vescovo di Lodi , mons. Rota e dal Marchese Stanga della vicina parrocchia cremonese , Crotta d’Adda.
In occasione del Centenario, l’attuale Consiglio per i problemi economici, decise , con tutti i permessi di rito, il rifacimento degli intonaci esterni , sia della chiesa sia delle stanze annesse ad uso sacristia.La direzione dei lavori fu affidata allo studio Calvi di Codogno , mentre i lavori alla ditta Guzzon di . Castelnuovo Bocca d’Adda. In questi giorni l’opera è terminata con un contributo della Fondazione, del Comune di Maccastorna, della ditta Solana e di alcuni parrocchiani,Si pensa sia in arrivo un aiuto dell’8 per mille. In questi giorni ci si sta preparando alla festa del 25 settembre , quando saranno inaugurati i lavori con uno speciale rito di benedizione, presieduto dall’anziano amministratore parrocchiale.E’ prevista la presenza dell’Apocrisario patriarcale presso la Santa Sede, il siriano Archim.Mtanios Haddad, insieme ad alcuni Prelati della Chiesa Cattolica Orientale..
In questa occasione il folto gruppo dei pittori che realizzavano, ogni anno, al Museo diocesano una mostra di Pittura sul tema del Piano Pastorale del Vescovo, daranno vita alla 1° Mostra d’Arte sacra a Maccastorna che sarà allestita nella Sala della Casa della Comunità parrocchiale. Tra le opere di buona fattura, spicca quella di Fabio Saltarelli di san Grato in vetro istoriato , rappresentante la Resurrezione di Gesù Cristo. Ai 40 Pittori don Virginio chiederà la realizzazione di tre affreschi sul chiostro dell’orto della Canonica , quello di s.Bassiano, Padre della Chiesa lodigiana, di s.Ambrogio che inviò il prete Ilario al evangelizzare la gente vicino alle rive del Po e di san Giorgio, martire palestinese, patrono della piccola comunità.
Nel 2012 in data da destinare , ci si preparerà alla Dedicazione della chiesa di san Giorgio, che mai fu consacrata.

Programma della festa del 25 settembre:
ore 10,15 : ritrovo al cimitero per pregare sulla tomba del parroco don Raffaldi,
cui seguirà il corteo alla chiesa parrocchiale.
>sul sagrato : speciale rito della Benedizione dei lavori
>in chiesa : venerazione dell’antico Crocifisso miracoloso, cui è legata la storia religiosa e civile di Maccastorna, indi
>la S.Messa Solenne , animata dal Coro parrocchiale
Dopo la s.Messa: Inaugurazione della Mostra d’arte sacra

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...