l’incontro con il prof.mons.G.Cremascoli

Saranno stati in molti a mettersi sulla lunghezza d’onda dell’articolo de «La civiltà cattolica» del 20 febbraio 2010, nel quale Giuseppe De Rosa analizzava il «nuovo anticristianesimo» testimoniato in forma radicale ed estrema soprattutto da due libri, rispettivamente di M. Onfray e di P. Odifreddi. Nelle due opere l’avversione al divino, soprattutto come si è espresso nella dottrina e nella storia cristiana, è condita da un’acredine e da un’ostilità che finiranno – spero – per suscitare meraviglia in chi, credente o no, è convinto che il fanatismo e l’insulto spicciolo e da ringhiera non sono mai segni di intelligenza e di civiltà.
Personalmente sono stato colpito soprattutto da due punti della trattazione di Odifreddi: l’accusa ai cristiani di essere, per ciò stesso, cretini, e la presentazione della Bibbia come di un’accozzaglia di assurdità e di nefandezze, con scarsità di pregi anche sotto il profilo letterario. Desideroso di riscattarmi un po’ dalla prima delle due accuse, vorrei sottoporre i due punti a un filtro di analisi di natura intellettuale, per trovare una qualche risposta a degli interrogativi che mi sorgono spontanei. Cretini i cristiani? Fu così da Agostino ai grandi pensatori dei nostri tempi, mettendo nel novero anche Dante, Tommaso d’Aquino, Bonaventura e, se vogliamo uscire dall’ambito dell’ortodossia cattolica, Lutero e i grandi teologi della Riforma, per stare solo in Occidente? E che dire di tanti scienziati notoriamente di fede cristiana, in passato e oggidì?
Quanto alla Bibbia, come è possibile dare giudizi con tanta fretta e veemenza, non tenendo conto di letture molto diverse, che sono frutto di impegnative ricerche condotte, sul piano storico e filologico, da uomini eruditissimi, in non pochi casi anche al di fuori dei percorsi di fede?
È proprio facendo leva su quest’ultimo punto che intravedo qualche risposta – di natura squisitamente intellettuale, come ho appena detto – ai miei interrogativi. Credo, cioè, che alcune posizioni, chiaramente segnate da fanatismo, siano da attribuire all’idea che – su temi di storia, di teologia o di letteratura – si possa disquisire sempre a man salva, ignorando, cioè, i risultati in precedenza acquisiti e documentati come frutto di intelligenti ricerche, di cui occorre avere onesta cognizione. Approfondite conoscenze delle leggi della retorica, acute analisi di filosofia del linguaggio, abitudine a considerare i contesti storici e le categorie tipiche di altre culture e mentalità, rendono, infatti, sempre cauti gli studiosi seri, quelli che onorano il mondo accademico stando nell’ambito ben definito delle proprie competenze.
Voglio concludere con un concetto dettato solo dalla fede, come devono fare i cristiani, senza timore di essere ritenuti cretini. Avverto nell’acredine e nella malevolenza di cui ho detto, un monito a intravedere, nonostante tutto, i segni di un progetto divino, che, per misteriosissime vie (cioè: permettere i mali ut eveniant bona), giunge a illuminare e a sorreggere i cuori, ancorandoli sempre più ai tesori della fede e della vita di grazia. Atteggiamenti e pensieri come quelli espressi nei libri citati, rendono, infatti, ancor più convinti – s’intende, per forza di contrasto – di quanto sia grande la potenza dello Spirito, perché, nel custodirne l’ascolto, si è guidati a restare, anche intellettualmente, sulla retta via. Tutto, allora, è grazia, e si comprende quali siano le decisioni da prendere e quali le verità che debbono illuminare la vita, così da diventarne credibili testimoni.
mons. Giuseppe Cremascoli

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...