L’ intervista ad un Vescovo su Benigni …..

Benigni? Ignora la storia. Pio IX fu il vero Padre della Patria. Garibaldi, massone senza scrupoli. Bisogna amare i nemici, ma solo con la grazia di Dio Stampa E-mail
Pontifex.RomaNella serata del festival dedicata pomposamente alla’ Unità di Italia, Roberto Benigni, uno che ormai recita  a soggetto, ha commemorato a modo suo l’ Inno di Mameli e la storia del Risorgimento, largheggiando in elogi ai padri della Patria, ma dimenticando di  citare Pio IX il Papa che con grande senso di responsabilità, cedette ad un autentico sopruso compiuto in danno della chiesa. Ne parliamo con Monsignor Odo Fusi Pecci, grande studioso di Pio IX. Eccellenza, come definirebbe storicamente la figura di quel grande Papa?: ” il vero Padre della Patria fu lui e non Garibaldi. Il Papa ebbe senso di responsabilità, evitò un inutile  bagno di sangue e si rimise alla volontà di Dio, pur sapendo che in quel momento si stava consumando una vera rapina ai danni della chiesa cattolica e dello stato pontificio”. Una rapina?: ” certo, é evidente che contro lo stato pontificio si attuò un atto di inusitata violenza, che il Papa venne fatto prigioniero. Non …

… dimenticate che Garibaldi era un massone, anticlericale e che dileggiò la chiesa chiamando Pio IX il suo cavallo”.

E Benigni é entrato trionfalmente all’ Ariston con un cavallo: ” da un punto di vista storico é ignorante, non sa o fa finta. Se avesse avuto un minimo di onestà intellettuale avrebbe dovuto ricordare la grande figura di Pio IX, ma non lo ha fatto, forse per compiacere chi lo aveva scritturato o per convinzione personale che sarebbe molto peggio”.

Lei ha avuto elogi dal Papa per valorizzare la figura di Pio IX: ” Benedetto XVI apprezza la mia opera e soprattutto é un estimatore di quel Papa e mi ha invitato con calore a seguire nella mia opera. Il Risorgimento ebbe molte zone di ombra, la chiesa ne fu vittima e la massoneria fu aiutata in quella opera di rapina”.

Parliamo del Vangelo della domenica, Cristo ci invita ad amare i nemici: ” fa bene, é la logica cristiana. Del resto, se amiamo chi ci loda o tratta bene, non compiamo nulla di eccezionale,siamo nella norma. Cristo ha perdonato persino a chi lo ha messo in croce. Certo, per amare e perdonare a quel punto ci vuole molta fede e una enorme maturazione, ma da soli non possiamo fare nulla”.

Perché?: ” perché per capire quel tipo di amore ed essere preparati ci vuole la grazia di Dio, il suo aiuto, altrimenti non si va da nessuna parte”.

Bruno Volpe

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...