quale futuro per i preti sempre più anziani ?

LETTERA  APERTA    DI    DON VIRGINIO

Carissimi

                                              oggi pomeriggio, di ritorno da un impegno di predicazione extra urbem, ho trovato l’invito alla riunione indetta per le ore dieci di questa mattina, 17 febbraio,  con all’ordine del giorno i problemi logistici che riguardano i sacerdoti anziani.

         Niente di male quanto al ritardo: noi che viviamo sotto l’argine del Grande Fiume  siamo abituati alla “celerità” delle poste italiane .

         Questo piccolo disguido non mi esime, tuttavia, dall’inviarVi, fraternamente, alcune riflessioni, maturate in questi oltre tre anni di “  forzato pensionamento”.

         1°  Mi sembra che, prima di pensare alla logistica, occorra riflettere sul ruolo pastorale  del clero anziano.

         2°  I preti anziani si sentono umiliati quando si vedono trattati come una  “categoria fuori servizio e da proteggere” , e non più utili nella Chiesa, che hanno servito con amore filiale.

         Questa mentalità è molto diffusa. Prova ne sia che, a far parte della Commissione per il clero anziano, non è stato chiamato nessun sacerdote posto a riposo e che già vive i problemi a cui dare una risposta.

         3° Basterebbe approfondire un poco la psicologia delle persone anziane per impostare  lo studio di queste problematiche con un taglio dagli orizzonti aperti.

         4° Credo che le Chiese locali – che hanno seminari semideserti – dovrebbero impegnarsi affinché i parroci anziani abbiano un minimo di servizio in canonica, pregandoli, anche, di rimanere nel loro ufficio fino a quando le condizioni di salute lo permettono.

         Si prenda in considerazione anche l’ipotesi di offrire loro una piccola parrocchia dove proseguire nell’esercizio del ministero, ma (e ciò dovrebbe essere ovvio) in una riconosciuta e rispettata autonomia, che li liberi dalla consolante clausola di doversi muovere “ sotto l’autorità  del giovane parroco viciniore”.

         Si può anche chiedere ad un prete, che lascia  volontariamente la parrocchia, di assumere l’ufficio di collaboratore pastorale nella cura animarum di una comunità più numerosa, purché  non lo si riduca al ruolo di mezzo prete…un cerghetòn Sia, invece, valorizzato sulla base della sua provata e riconosciuta esperienza e trattato con rispetto !

         5° Come vedo necessario  che, accanto alle strutture parrocchiali, ci sia la piccola casa della Carità, quale  segno concreto  di una Chiesa che fa la scelta dei poveri, così  vedo urgente  che ci sia,  in ogni diocesi, una Casa per il clero.

         Questa sia, possibilmente, una struttura attigua ad un santuario o ad una grande chiesa, dove i fedeli trovino comodità  per la  direzione spirituale e per le confessioni. .

         Mons. Patrini, a Codogno, aveva previsto  una corposa struttura,  che avrebbe raggiunto il suo scopo se fosse stata guidata da un Rettore che avesse saputo realizzare una vera esperienza di comunione.

         Certamente una nuova Casa del Clero  deve prevedere, oggi, anche  un servizio di infermeria per coloro che sono giunti ad un stato di totale infermità attigua alla Casa , non in una Casa di Riposo .

         6° Mi sento di auspicare che la prospettiva di una casa di riposo – comune e alla quale affluiscono oves et boves –  non sia vista come una sorta di ineluttabile fatalità. Vi si ricorra solo come extrema ratio, e consapevoli che a ciò si è giunti per la mancanza di una pianificazione efficiente e seria, animata da genuina fraternità sacerdotale.

         Vogliate accogliere queste riflessioni come un gesto di affetto verso i confratelli  raggiunti da difficoltà ormai all’orizzonte per tutti. Dovrebbe essere chiaro che queste difficoltà non si possono risolvere solo con l’intraprendenza e l’iniziativa privata.

 Cordiali saluti

d.Virginio Fogliazza

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...